Campobasso/ Cinque milioni di euro per le imprese e liberi professionisti

1531

E’ un’occasione di sviluppo da non sottovalutare, per la città di Campobasso, quella offerta dal finanziamento pubblico di 10 Zone Franche Urbane, ricadenti in 11 Comuni italiani, tra i quali, appunto, il nostro capoluogo di regione. Vediamo nello specifico di cosa si tratta. Le cosiddette ZFU non sono una novità assoluta, ma sono nate sulla base dell’esperienza francese delle Zones Franches Urbanes con l’obiettivo di favorire lo sviluppo economico e sociale in aree urbanizzate e caratterizzate da segnali di disagio sociale, economico ed occupazionale. Sono aree di estensione limitata all’interno delle quali sono previste agevolazioni per le attività che già operano al loro interno o intendono insediarsi. Le ZFU possono in sintesi essere interpretate come un ‘premio’, un riconoscimento a chi quotidianamente affronta problemi per mandare avanti un’attività, sia essa commerciale o da libero professionista, in aree disagiate dalle quali non vuole andar via. La Zona Franca Urbana, così come è stata predisposta dal Comune nel bando finanziato, che per Campobasso prevede incentivi totali per 5 milioni di euro, va dal quartiere CEP, nella zona di via Monte Grappa, fino ad arrivare al centro storico e alla collina Monforte e suoi margini. Si tratta di una vasta area della città che sconta problemi di degrado sociale e difficoltà di sviluppo economico. E’ una zona importante della città, perché funge da raccordo tra la zona industriale e il centro murattiano e fino ai quartieri di Vazzieri e San Giovanni dei Gelsi e alla zona periferica di Selva Piana. Ora per imprese e liberi professionisti che insistono su quest’area e per chi fosse interessato ad insediare nella zona un’attività si aprono le porte di incentivi pubblici, che potranno alleviare i problemi e permettere loro di confermare la scelta fatta. Un’occasione importante per ridare slancio all’attività economica di Campobasso, in un momento particolare di crisi economica ed occupazionale. Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate dal 4 al 23 maggio; i documenti e la modulistica sono reperibili sul sito del Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE), mentre tutte le informazioni di dettaglio, ortofoto e modulo per la richiesta di attestazione della localizzazione dell’attività sono reperibili nell’apposita sezione del sito sulla Zona Franca Urbana del Comune di Campobasso.

Per consulenze su questo argomento incluso l’aiuto alla predisposizione delle relative domande e per soluzioni ai problemi aziendali, inclusa la ricerca di agevolazioni o soluzioni finanziarie adeguate, potrete contattarci al seguente numero di telefono: 0874.98926, oppure scrivere mail al seguente indirizzo: serviziterminus@libero.it. La consulenza è GRATUITA

 

Commenti Facebook