Home prima pagina Seconda fase del Progetto “Sani e Corretti stili di vita con lo...

Seconda fase del Progetto “Sani e Corretti stili di vita con lo sport”, 14 i comuni che partecipano all’evento

320

E’ partita la seconda fase del Progetto “Sani e Corretti stili di vita con lo sport”, l’iniziativa promossa dalla Delegazione CONI di Campobasso, sulla scia del Progetto Giocosport, nell’ambito degli interventi di promozione sportiva sul territorio. Per l’edizione in corso, il CONI di Campobasso ha coinvolto 14 Comuni della provincia richiedendo ai Sindaci un contributo a sostegno dell’iniziativa al fine di garantire agli alunni delle scuole primarie l’opportunità di proseguire il percorso intrapreso, vista l’importanza che l’attività sportiva riveste nel creare le condizioni favorevoli all’acquisizione di un sano e corretto stile di vita.
Il Progetto, finalizzato a far conoscere agli alunni che frequentano la Scuola Primaria le diverse discipline sportive presenti sul territorio, prevede un percorso articolato in due fasi: la prima è già stata effettuata nel periodo marzo/maggio e la seconda, in corso di attuazione, è relativa al periodo ottobre/dicembre. Grazie alla sensibilità dimostrata e all’impegno assunto dai Sindaci, partecipano al progetto le scuole primarie di: Campochiaro, Campodipietra, Ferrazzano, Gambatesa, Guardiaregia, Jelsi, Limosano, Lucito, Montorio nei Frentani, Oratino, Roccavivara, Spinete, Tavenna e Toro.Il progetto è realizzato in collaborazione con le Federazioni Sportive che mettono a disposizione i propri tecnici specializzati i quali si recano nelle scuole ed impartiscono lezioni di giocosport della propria disciplina. Ogni scuola ha la possibilità di far conoscere ai propri alunni le varie discipline sportive scelte dal dirigente scolastico fra quelle previste dal Progetto.
Il CONI ha individuato un gruppo di “esperti”, tra i tecnici delle Federazioni Sportive, che affiancano gli insegnanti nello svolgimento dell’attività sportiva sotto forma ludico-motoria e di giocosport. L’iniziativa coinvolge oltre 700 bambini.

Commenti

commenti

Commenti

commenti