Home prima pagina La società del Venafro Calcio a 5 sta vagliando il ritiro dal...

La società del Venafro Calcio a 5 sta vagliando il ritiro dal campionato

440

Si è giocata Sabato 12 Novembre, l'ottava  giornata di andata del campionato nazionale di Serie B e il Venafro Calcio a 5 ha perso in casa per 8 a 6 contro i romani della Brillante Torrino.
Dopo altri episodi di condotte arbitrali chiaramente svantaggiose per i molisani, ancora una volta la gara è stata falsata da decisioni dei direttori di gara al limite della sopportabilità, per cui in settimana la direzione della società sportiva venafrana si riunirà per valutare la possibilità del ritiro della squadra dal campionato.

A parte decisioni dubbie che hanno sfavorito puntualmente la squadra di casa, sia nel primo tempo che nel secondo sono stati assegnati ai laziali due rigori totalmente inesistenti, con i quali la Brillante Torrino ha recuperato lo svantaggio parziale, a cui si aggiunge l'espulsione ingiusta di Pasquale Valvona sul finale della prima frazione di gioco, terminata 2 a 2.

“E' uno schifo, veramente uno schifo”, è il commento unanime di chi ha assistito all'incontro, “Una direzione di gara a senso unico ci ha lasciato veramente l'amaro in bocca, per non dire rabbia. A parte falli non fischiati, due rigori totalmente inesistenti e l'espulsione di Pasquale Valvona sul finale del primo tempo a nostro carico, la dicono tutta sulla qualità dell'arbitraggio. Una cosa veramente scandalosa, mai vista fino ad oggi. Il risultato finale è stato deciso dai due arbitri e questo fa male, e che certamente non insegna il valore dello sport ai ragazzi numerosi che sono intervenuti ad assistere all'incontro. In questo senso è come se lo sport non ha più senso, ma ha senso solo vincere, o far perdere, con qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo. Siccome già è successo nelle giornate precedenti di stigmatizzare un arbitraggio a noi chiaramente sfavorevole, vien voglia di mollare tutto. Vedremo in settimana che decisioni prendere”.

Commenti

commenti

Commenti

commenti