Home prima pagina Al meeting nazionale disputato a Campodipietra, Hidro Sport seconda alle spalle della...

Al meeting nazionale disputato a Campodipietra, Hidro Sport seconda alle spalle della Fimco Sport

197

Ottima affermazione per la Hidro Sport al 7° Memorial Don Guglielmo: dopo due successi nelle ultime due edizioni, si è classificata al secondo posto, alle spalle della Fimco Sport. Un risultato molto positivo per il team molisano che si è ben distinto tra 660 atleti in rappresentanza di 28 società provenienti da sei regioni, guadagnando 45 podi (14 ori, 14 argenti e 17 bronzi).
Riguardo ai risultati, partendo dalle ragazze, fantastico poker di ori di Alessandra Arbotti (Esordienti A) nei 50, 100 e 200 rana e nei 200 misti, con relativi primati personali frantumati. Due bronzi per Benedetta Sangregorio, nei 50 e 200 dorso, e due personali nei 100 dorso e 400 misti. Ottimo esordio in categoria per Alisia D’Agnone, terza con primato nei 400 stile e per il neo acquisto Annalaura Mariano che ha mostrato eccellenti progressi conquistando un bronzo nei 200 misti e nei 200 stile. Buona la prima nella nuova categoria (Ragazzi) anche per Fiorella Colanzi che, già qualificata ai prossimi campionati italiani nei 200 rana, strappa un altro pass anche per i 200 delfino (seconda e personale "stracciato"); per lei anche bronzo e personale nei 100 delfino.
Tra le Juniores brilla la stella di Federica Caruso: già pluriqualificata ai prossimi campionati italiani, comanda nella gara dei 200 rana, con primato e tempo limite per Riccione, vince anche i 200 misti e arriva seconda nei 50 delfino e nei 50 stile; con quest’ultimo argento accede all’australiana, competizione riservata ai primi sette tempi a livello assoluto e che prevede una serie di prove ad eliminazione in rapida successione. Federica, gara dopo gara, ha raggiunto la finale a due e solo allora si è arresa a Cecilia Canuto del Team Nuoto Lombardia, medagliata agli scorsi campionati italiani di specialità. Nonostante fosse febbricitante, ha fatto del suo meglio Lucia Benini, anche lei già con il pass per Riccione, portando a casa oro e personale nei 400 stile e bronzo nei 200 delfino.
Tra gli Assoluti, in costante ascesa Giulia Calabrese, con bronzi nei 200 dorso e 100 stile; un bronzo ciascuno anche per Alessandra Santoro (400 misti) e Carmen Spina (200 rana).
Passando ai ragazzi, nella categoria Assoluti, prove superlative di Cristiano Hantjoglu, già proiettato alla kermesse degli Assoluti di Riccione: il dorsista della Hidro si è messo alle spalle avversari di tutto rispetto, vincendo tutte le gare del dorso (50, 100 e 200) e i 100 delfino; significativi anche i risultati di un altro forte dorsista gialloblu, Francesco Gatti: alle prese con un infortunio che non gli consente di allenarsi con costanza, ha conquistato con determinazione un bronzo nei 100 dorso e un argento nei 200, gara dove ha completato il podio tutto Hidro il bronzo di Ivan Borrelli. Apporto decisivo anche da Arturo Spina, che ha colto una autorevole vittoria nei 200 rana e due argenti (200 misti e 50 rana). Un argento (200 delfino) e un bronzo (200 rana) per Federico Del Zingaro, che insieme a Borrelli si divide tra la vasca e il nuovo impegno come istruttore.
Tra i Ragazzi 2003, protagonista Patrick Comodo: oro e personale nei 100 stile e tre argenti nei 200 stile, 200 rana (entrambi con primato personale) e nei 400 stile.
Ottimo inizio di stagione anche per Marco Gallesi, con oro e primato nei 50 delfino e argento nei 100 e 50 stile. Un argento e un bronzo con relativi primati personali invece per Emanuele Perlino, rispettivamente nei 50 e 200 delfino, mentre Davide Sabella ha ottenuto grandi soddisfazioni con bronzo e primato nei 50 dorso e con il miglioramento dei propri tempi sia nelle altre gare del dorso che nei 200 misti.
Nella categoria Ragazzi, l’impegno quotidiano di Giuseppe Borrelli è stato ripagato con un ottimo argento e primato personale nei 200 delfino.
“Una grande soddisfazione questo secondo posto, alle spalle della Fimco Sport – ha commentato Toni Oriente, tecnico e presidente Hidro Sport – che conta su tre nazionali e che agli scorsi campionati italiani giovanili ha qualificato 18 atleti e guadagnato 12 medaglie. Abbiamo avuto conferma della validità del nostro metodo di lavoro, basato sulla programmazione e che pone al centro di tutto la valorizzazione dell’atleta e dei suoi punti di forza. Un grazie enorme per questo risultato va a tutto lo staff, ai tecnici e, ovviamente, ai nostri bravissimi nuotatori che hanno tutti ben figurato”.

Commenti

commenti

Commenti

commenti