Home Dal Territorio Pensioni: Spi, Fnp e Uilp: al via le assemblee in Abruzzo e...

Pensioni: Spi, Fnp e Uilp: al via le assemblee in Abruzzo e in Molise sull’intesa con il Governo

192

Gli esecutivi regionali unitari di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil Abruzzo e Molise, riuniti questa mattina a Pescara, hanno deciso di inaugurare una stagione di assemblee nei due territori regionali per illustrare e condividere l’intesa sulle pensioni raggiunta con il Governo.
I sindacati hanno espresso soddisfazione per la ripresa del confronto con il Governo e un giudizio positivo sull’accordo sottoscritto, nel quale sono contenute alcune delle rivendicazioni delle Federazioni dei pensionati, portate avanti in questi anni a difesa dei diritti degli anziani, come: l’erogazione della quattordicesima per le pensioni più basse e l’equiparazione della no tax area a quella dei lavoratori dipendenti.
Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil ritengono importante, inoltre, l’impegno del Governo a proseguire il tavolo di confronto sul sistema di rivalutazione delle pensioni e sulla separazione tra assistenza e previdenza. I sindacati si ripropongono di allargare la discussione anche su altri temi particolarmente significativi come la parificazione delle detrazioni fiscali tra lavoratori dipendenti e pensionati.
Gli esecutivi unitari di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil, in attesa che il Governo inserisca nella Legge di Bilancio quanto sottoscritto nell’accordo con le Segreterie nazionali, si impegnano a vigilare affinché il Parlamento approvi integralmente le misure previste dall’intesa sulle pensioni.
Dall’incontro tra le Federazione dei pensionati di CGIL-CISL-UIL è emerso, inoltre, che i provvedimenti sulla previdenza concordati tra governo e sindacati reintroducono un po’ di equità nel sistema, dopo anni di interventi volti a fare cassa sulle spalle dei lavoratori e pensionati a danno dei giovani.
Le Segreterie regionali intensificheranno il confronto con le Regioni per tutelare i pensionati in materia di politiche socio-sanitarie promuovendo iniziative che saranno decise nelle prossime settimane.

Commenti

commenti

Commenti

commenti