Home Politica ‘No’ al referendum, Gianni Alemanno in Molise

‘No’ al referendum, Gianni Alemanno in Molise

107

Azione nazionale prosegue senza sosta anche in Molise il suo impegno per il “no” al referendum costituzionale. Nei giorni scorsi in regione è arrivato Gianfranco Fini. Mercoledì 30 novembre, invece, sarà il turno di Gianni Alemanno. L’ex primo cittadino della Capitale sarà alle ore 17 a Termoli (l’incontro si svolgerà nei locali di Corso Nazionale n. 89). Insieme a lui ci saranno Carlo Perrella (portavoce regionale di Azione Nazionale), Paolo di Zanna (portavoce provinciale) e Francesco Pilone (portavoce delegato ‘amministratori per il No’). Alemanno e i responsabili molisani di Azione Nazionale alle ore 19,30 si sposteranno a Sepino. Qui incontreranno i cittadini presso la sala consiliare del Comune. Il tour di Alemanno si concluderà in serata a Riccia alle ore 21. L’incontro si svolgerà presso il Salone Beato Stefano (in via Piano della Corte). "La vittoria del No al referendum costituzionale – fanno sapere da Azione Nazionale – potrebbe essere un punto di svolta fondamentale per ripristinare la sovranità popolare nel nostro Paese. Ma non solo; perché dopo un eventuale successo bisognerebbe soprattutto lavorare per per un centrodestra rinnovato ed unito che torni alla guida del Paese e per rilanciare il Sud come motore di sviluppo dell’Italia. L’unico modo per fare una riforma seria è una assemblea costituente, eletta dal popolo. Il Sud è contrario perché questa riforma non riconosce nulla al Mezzogiorno e continua a dare un colpo gravissimo alle province. Proponiamo – aggiungono da Azione Nazionale – una Repubblica presidenziale e la macroregione del Sud. Con queste iniziative e con tante altre idee che sono in fase di sviluppo, si può tenere insieme l’unita nazionale e dare la giusta autonomia al Sud per favorire in maniera decisa un concreto sviluppo e soprattutto nuove opportunità di lavoro. Bisogna far capire agli italiani che si rischia seriamente di far andare indietro il Paese. Non dimentichiamo che l’Italia, malgrado i proclami, è ferma economicamente e in grave crisi".
Un tour, quello di Azione Nazionale, che andrà avanti anche nei prossimi giorni. Infatti i referenti regionali hanno già organizzato anche un appuntamento previsto per giovedì 1 dicembre presso l’aula consiliare del Comune di Cercemaggiore al quale prenderà parte anche l’On. Pasquale Viespoli (già ex sottosegretario al Lavoro).

Commenti

commenti

Commenti

commenti