Home Politica La Costituzione Italiana deve cambiare? dell’Associazione “Liberi di Costruire” :Informarsi per una...

La Costituzione Italiana deve cambiare? dell’Associazione “Liberi di Costruire” :Informarsi per una scelta responsabile

200

Tra mille polemiche e discussioni molto accese, il prossimo 4 Dicembre gli italiani andranno al voto per il referendum finalizzato all’approvazione del testo di legge costituzionale approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016.

Per aiutare a capire e a valutare il progetto di riforma oggetto del referendum, l’Associazione Liberi di Costruire propone un incontro su questo tema, all’interno del ciclo di incontri dal titolo A proposito di…, nei quali, con l’aiuto di un esperto, si tenta di conoscere, capire e giudicare diversi aspetti della realtà e dell’attualità.

Quali sono le modifiche più significative che la riforma introduce e che significato hanno? Il sistema politico italiano migliorerà per effetto della riforma? Quali criteri utilizzare per una scelta consapevole?

Queste sono alcune delle domande che verranno affrontate nell’incontro che, secondo lo schema già collaudato, si aprirà con l’intervento del relatore che inquadrerà tema, per poi lasciare spazio agli interventi del pubblico in sala, così da permettere un reale dibattito ed una costruttiva partecipazione, secondo lo scopo dell’Associazione Liberi di Costruire che è da sempre quello di promuovere e favorire il dibattito e la riflessione su quanto accade nella realtà, in modo da arrivare a proporre un giudizio non superficiale sugli eventi.

L’incontro, dal titolo La Costituzione Italiana deve cambiare? Informarsi per una scelta responsabile, si terrà domenica 20 novembre 2016 alle ore 17.00 a Colli a Volturno, presso l’Aula Consiliare del Municipio, con l’intervento di Luigi Catelli, Presidente di Sezione presso la Corte d’Appello de L’Aquila ed il Presidente dell’Associazione “Liberi di Costruire” Goffredo Giacca, che introdurrà i lavori.

La Segreteria dell’Associazione “Liberi di Costruire”

Commenti

commenti

Commenti

commenti