Home Politica Crediti formativi per l’incontro organizzato dall’Ordine degli Avvocati di Isernia, per Si...

Crediti formativi per l’incontro organizzato dall’Ordine degli Avvocati di Isernia, per Si al Referendum. M5S presenta interrogazione alla Camera

404

Il portavoce M5S alla Camera, Andrea Colletti, ha presentato una interrogazione al Ministero della Giustizia, Andrea Orlando, sulla questione dei crediti formativi collegati all’incontro organizzato dall’Ordine degli Avvocati di Isernia, dal titolo “Un Sì per l’Italia”, in vista del referendum costituzionale del 4 dicembre prossimo.
Ecco il testo dell’interrogazione:
"Al Ministro della giustizia - Per sapere - premesso che:
da organi di informazione risulta che l’Ordine degli avvocati di Isernia ha organizzato per il prossimo 29 ottobre 2016 presso il Grand Hotel Europa, un incontro dal titolo “Un Sì per l’Italia”, un appuntamento elettorale finalizzato alla divulgazione e sponsorizzazione delle ragioni del “Sì” al referendum costituzionale che si terrà il prossimo 4 dicembre;

la natura politica e unilaterale delle informazione sui contenuti della riforma che verranno rese nel corso di questo convegno si evince non solo dal titolo dell’incontro “Un Sì per l’Italia”, ma anche dai soggetti che parteciperanno in qualità di relatori e interventori, fra cui spicca la figura del Senatore Pier Ferdinando Casini, apertamente schierato a sostegno delle ragioni del “Sì”;

l’Ordine degli avvocati di Isernia ha deciso di riconoscere all’evento carattere formativo. Ciò si evince dalla home page del sito ufficiale del medesimo Ordine in cui, oltre alla pubblicità dell’evento, espressamente denominato “Evento formativo referendum costituzionale 29 ottobre 2016”, viene altresì specificato nella sezione “visualizza dettagli” che lo stesso “è accreditato dal COA di Isernia con n. 3 crediti formativi per gli Avvocati e  n. 2 udienze  per i Praticanti Avvocati”
(http://www.ordineavvocatiisernia.com/includes/SchedaContenuti.asp?ID=1223)
l’articolo 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247 impone agli avvocati e ai praticanti avvocati l’obbligo della “Formazione continua” finalizzata a curare il continuo e costante aggiornamento della loro competenza professionale per assicurare la qualità delle prestazioni professionali e per contribuire al migliore esercizio della professione nell’interesse dei clienti e dell’amministrazione della giustizia. Per tale ragione è indubbio che tale obbligo vada assolto attraverso la partecipazione ad eventi di carattere strettamente formativo e non politico;

Se è vero che in queste settimane in tutta Italia, compreso il Molise, sono previsti incontri finalizzati ad informare ed illustrare i contenuti della riforma costituzionale, è altresì vero che l’assegnazione di crediti formativi sia riconosciuta esclusivamente, come nel caso di incontri organizzati dall’Ordine degli avvocati di Campobasso, per gli eventi che hanno un effettivo carattere formativo, quelli cioè in cui in cui vengono presentate in maniera paritetica sia le ragioni del “Sì” che del “No”;

Chiede
se il Ministro interrogato sia a conoscenza dei fatti narrati e quali determinazione intenda assumere in relazione ai medesimi;
se, in particolare, ritenga legittimo che il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Isernia  pubblicizzi sul proprio sito istituzionale e attribuisca carattere formativo ad un evento di natura chiaramente politica dando la possibilità di intervenire ad una sola parte politica;
se, infine, ritenga di dover attivare un’ispezione nei confronti del Consiglio dell’Ordine di Isernia, dando  incarico al Consiglio Nazionale Forense di procedere all’attività necessaria".

Commenti

commenti

Commenti

commenti