Home Campobasso La solidarietà in tempo di difficoltà:Asilo senile Argento Vivo, Bregantini visita e...

La solidarietà in tempo di difficoltà:Asilo senile Argento Vivo, Bregantini visita e benedice con Santa Messa

261

 «Solidarietà in tempo di difficoltà» sono le parole dell’arcivescovo di Campobasso –Bojano mons. GianCarlo Bregantini espresse durante la Santa Messa celebrata questa mattina, 12 novembre 2016 presso l’asilo senile Argento Vivo di Campobasso divenuta ora Domus Alba.

Una Santa Messa già programmata in agenda dal vescovo ancor prima delle vicende che hanno visto la struttura sotto i riflettori della giustizia con provvedimento risolutivo positivo e reso noto dal Tar nella data di ieri. Una celebrazione con gli ospiti della “Casa” in prevalenza anziani, con i collaboratori della struttura, i volontari e il direttore della Caritas e della stessa struttura don Franco D’Onofrio, da sempre impegnato al servizio delle fasce più deboli e dei soggetti sensibili. La visita di Bregantini presso la struttura alla vigilia della chiusura dell’Anno Santo nelle Chiese particolari ricade anche nel giorno in cui  il Santo Padre papa Francesco, nell’ultima udienza giubilare,  ha dedicato la  sua catechesi al tema della Misericordia e  dell’inclusione. “Questo aspetto della Misericordia, l’inclusione, - nel discorso del Papa - si manifesta nello spalancare le braccia per accogliere senza escludere; senza classificare gli altri in base alla condizione sociale, alla lingua, alla razza, alla cultura, alla religione: davanti a noi c’è soltanto una persona da amare come la ama Dio. Colui che trovo nel mio lavoro, nel mio quartiere, è una persona da amare, come ama Dio”. Gli ultimi, dunque, le periferie esistenziali perché la Misericordia è la forza che può salvare il mondo così come recita il Vangelo secondo Luca della Liturgia di domenica 13 novembre ha spiegato Bregantini, che è un invito alla a spalancare le braccia con speranza ed un impegno a guardare avanti perché «con la vostra perseveranza salverete la vostra vita» (Lc 21,5-19). E prima della Solenne benedizione, a conclusione della Celebrazione Eucaristica, Bregantini ha esortato tutti a dire il “Grazie al Signore” che accompagna sempre e guida i nostri passi, ogni giorno.

Commenti

commenti

Commenti

commenti